Chi è Tony Maradonna

Le origini: i profumi e i ritmi del salone di mamma

Mi chiamo Tony Maradonna e sono cresciuto in un ambiente umile, in cui la cultura del lavoro e l’onestà erano al centro di ogni gesto quotidiano.

Il salone da parrucchiera di mia madre, uno dei primi del comune di Monteprandone, ha scandito la mia infanzia. Tutto cominciava da quel salone, aperto con tanta ambizione da mia mamma, che si formò presso la L’Oreal e coronò il proprio sogno negli anni ’60.

Le mie giornate erano scandite dall’affascinante mestiere di parrucchiere: dopo la scuola, e i compiti, scendevo in negozio e familiarizzavo con i profumi e i ritmi di questo affascinante mestiere.

Non poteva che esserci questo, nel mio destino, nella mia vita: il sogno di diventare un parrucchiere a mia volta, come mia mamma, perché quei profumi, quei ritmi di lavoro, quel mestiere, facessero parte per sempre della mia vita professionale.

La formazione: prima dei sogni, si va a bottega!

Ho avuto, da subito, le idee chiare su quello che doveva essere il mio futuro: volevo diventare il titolare di un salone di acconciature e volevo diventare bravo, davvero bravo.

Ma l’umiltà tramandatami dalla famiglia mi ha portato, come prima cosa, ad imparare il mestiere “sul campo”, ossia come si faceva un tempo, quando anche i grandissimi hair stylist andavano ad imparare il mestiere a bottega.

Fu così che andai a bottega da “Enrico”, un rinomato parrucchiere di San Benedetto del Tronto.

Ho completato la mia formazione e ottenuto la qualifica di parrucchiere presso l’accademia Palmer di Bologna, nel 1996. Il primo passo era compiuto: potevo esercitare la professione!

Il tutto, continuando a lavorare e affiancando mia mamma in salone durante i fine settimana.

La pratica mia ha consentito di applicare le nuove competenze che acquisivo nei vari corsi di aggiornamento che non ho mai smesso di frequentare.

L’insoddisfazione: i sogni, a volte, possono essere troppo grandi

Le mie tecniche di taglio e di colorazione erano molto apprezzate dalle clienti. I miei servizi erano sempre più ricercati e c’erano clienti che arrivavano in salone proprio perché attratte dalle mie abilità tecniche.

Ma avvertivo in me, costante, un senso latente di insoddisfazione. Eppure, non riuscivo a coglierne la causa, il motivo: ero diventato un parrucchiere e le mie tecniche erano sempre più apprezzate. Qual era, allora, l’origine della mia insoddisfazione?

Lo compresi quando, nel 1998, mi recai a Londra per frequentare l’accademia “Tony&Guy”. Fu allora che compresi che il mio vero sogno era quello di poter lavorare a Londra migliorando sempre più le mie competenze in una città che rappresentava il vero “centro dell’Europa” specie nel nostro mestiere, e, perché no, poter aprire proprio lì il mio salone.

La realtà, purtroppo, quasi sempre coccia con i propri sogni. Compresi così di non potermi mantenere il tempo necessario a Londra e poter provare a coltivare, nutrire, il mio sogno fino alla sua realizzazione.

No, Londra non sarebbe diventata la città in cui diventare titolare di un salone di successo.

Ma nella vita saper reagire alle difficoltà e non abbandonare i propri sogni, adattandoli invece alla propria realtà, può rivelarsi la chiave del successo.

Il ritorno nelle Marche e l’apertura del salone

Se non potevo diventare i titolare di un salone a Londra, avrei comunque potuto farlo nel paese in cui tutto era cominciato: Monteprandone, nelle Marche. A Londra, sarei potuto tornare periodicamente e crescere professionalmente, migliorarmi tecnicamente. Cosa che ho fatto, non limitandomi a Londra ma frequentando corsi di aggiornamento anche nelle principali città italiane.

Così, nel 2001, ho aperto il mio salone Tony Maradonna Parrucchieri.

Lavorando con attenzione, continuando a rendere soddisfatte le mie clienti, e aggiornandomi con costanza, ho potuto ritagliarmi un importante spazio tra i saloni di acconciature della provincia di Ascoli Piceno.

Specializzarsi per diventare il numero 1: L’Atelier del Balayage

Ma di saloni che svolgono bene tutte le tipologie di servizi ce ne sono tanti, mentre ne mancava uno, nella provincia di Ascoli Piceno, che fosse talmente specializzato in una determinata tipologia di colorazione, da diventarne il numero uno.

E’ così che nasce l’Atelier del Balayage, dall’esigenza di individuare una tecnica di colore unica che soddisfacesse la clientela femminile più attenta e scrupolosa.

Dalla mia passione per le sfumature della colorazione declinata in schiariture di luce naturali, sviluppo l’idea che ha trasformato il mio negozio nel salone Numero 1 nella tecnica del Balayage: perché ogni donna possa vedere soddisfatto il desiderio di conservare per tutto l’anno i riflessi dell’estate.

Oggi il mio salone è riconosciuto come il Numero 1 nel Balayage e nelle tecniche di colorazione, anche oltre la provincia di Ascoli Piceno.

Contatti

ATELIER BALAYAGE

Viale Alcide De Gasperi, 101
63076 - Monteprandone - AP
Telefono ☎ »» 0735 702758
E-mail ✉ »» info@atelierbalayage.it
Lunedì: chiuso
Martedì: 08:30–12, 15–19:30
Mercoledì: 08:30–12:30, 15–19:30
Giovedì: 08:30–12:30, 15–19:30
Venerdì: 08:30–19:30
Sabato: 08–19
Domenica: chiuso